Il pianeta personifica l’archetipo del Dio Padre e rappresenta l’espansione, il benigno assoluto, l’espressione vitale del fecondo.

E’ la forza di sviluppo dell’essere umano per assimilazione di ciò che a lui viene dal mondo esterno.

Per esprimere quest’energia di vitalità e carnalità  ho sposato le note euforizzanti di arancio dolce e pompelmo con un cuore di spezie che scaldano l’anima: cannella, cardamomo, noce moscata, zenzero. La vaniglia, con la sua irresistibile dolcezza crea un ponte alle note di base di benzoino, tonka, storace e legno di cedro.

Il risultato è un profumo che dà carica e ottimismo. Accresce il fascino personale e comunica un senso di serena fiducia.